Stampa

presentazione

Artisti Riuniti, nata come associazione culturale non a scopo di lucro nel 2004 e di recente divenuta s.r.l, ha promosso e realizzato in questi anni iniziative teatrali, unendo e fondendo talenti, esperienze e formule di diversa estrazione, mossa dall’idea di creare un’attività permanente a Roma, dove autori e attori possano mettere in scena testi nuovi o adattamenti, sperimentando e portando nuova linfa al teatro. Dopo la prima esperienza con 4.48 PSYCHOSIS, interpretato da Giovanna Mezzogiorno, per la regia di Piero Maccarinelli al Palladium, Artisti Riuniti ha portato sulle scene romane IL FUCILE DA CACCIA di Inoue Yasushi, adattato da Rocco Familiari e il primo lavoro teatrale scritto e diretto da Cristina Comencini, DUE PARTITE (Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Valeria Milillo). Da quest’ultimo testo, il regista Enzo Monteleone ha realizzato nel 2008 il film omonimo. Ottima risposta di critica e pubblico, con una ripresa a Roma e una tournée in molte piazze italiane, hanno ottenuto anche ROMA ORE 11, tratto da Elio Petri, adattato, diretto e interpretato dal gruppo MITIPRETESE (Mandracchia, Reale, Toffolatti, Torres) e SHAKESPEARE IN JAZZ, presentato in anteprima mondiale al Teatro Romano di Verona nell’agosto 2006, poi ripreso dal Sistina nell’ottobre 2009, con un cast attoriale e musicale d’eccezione (Giorgio Albertazzi, Serena Autieri, Amii Stewart).  Nell’estate 2007, con ILIADE, L’ASPRA CONTESA, l’associazione ha proposto una rilettura di Omero nella traduzione di Guido Paduano, adattata da Dario Del Corno, in 10 serate al Foro di Traiano. Le immagini di guerra del fotoreporter Cristiano la Ruffa e le musiche eseguite dal vivo da Piccola Banda Ikona hanno accompagnato le voci di Massimo Popolizio, Manuela Mandracchia, Maurizio Donadoni, Luciano Virgilio, Luca Lazzareschi, Massimo Foschi e Umberto Orsini. Tutto esaurito per dieci sere. Dalla ripresa audio e video dello spettacolo, si è realizzato l’omonimo audiolibro, edito da Emons nel novembre 2011 (primo in classifica, rispetto alle vendite degli audiolibri, nei mesi di novembre e dicembre 2011).
Nella stagione 2007-2008 abbiamo voluto dedicarci a quello che potremmo definire un accesso privilegiato alla professione, rivolto ai diplomati di due prestigiose scuole di alta formazione professionale: Accademia Nazionale d’Arte drammatica Silvio D’Amico e Centro Sperimentale di Cinematografia. Perché crediamo indispensabile che i teatri nazionali e le maggiori compagnie private creino, per i diplomati di queste scuole, occasioni per mostrare la loro lunga ed approfondita preparazione. Per questo ci siamo concentrati su un progetto, IL ROMANZO DI FERRARA, scritto per noi da Tullio Kezich, tratto da Giorgio Bassani, regia di Piero Maccarinelli. Per realizzarlo, abbiamo promosso protocolli d’intesa con ETI, Fondazione Romaeuropa, Università Roma Tre – DAMS, Accademia Silvio D’Amico e Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, con la consulenza scientifica della Fondazione Giorgio Bassani. 
Con questi enti, l’associazione ha pubblicato un bando di concorso destinato a giovani attori diplomati negli ultimi 5 anni nelle due scuole, assegnando una borsa di studio per la partecipazione ai nove incontri di approfondimento al DAMS e allo spettacolo vero e proprio. Nel 2009 Artisti Riuniti ha prodotto due spettacoli che hanno approfondito il tema centrale della famiglia. Il primo è FESTA DI FAMIGLIA tratto da Pirandello con la drammaturgia e la regia del gruppo MITIPRETESE (Reale, Mandracchia, Toffolatti, Torres, Gualdo, Cocifoglia, Ribon e la collaborazione di Andrea Camilleri). Il secondo è EST OVEST, scritto e diretto da Cristina Comencini per Rossella Falk, affiancata da Luciano Virgilio, Claudio Bigagli, Daniela Piperno.
Il secondo progetto pensato per favorire l’inserimento professionale di giovani attori diplomati alla Silvio D’Amico è l’opera shakespeariana TROILO versus CRESSIDA, nella nuova traduzione e adattamento da noi commissionati a una coppia di giovani drammaturghi, promesse a livello internazionale, Stefano Ricci e Gianni Forte, realizzata in collaborazione con l’Accademia stessa, Provincia di Roma/Progetto ABC, Comune di Frascati, Festival di Spoleto e Fondazione Vittorio Gassman.Nel luglio 2010 sul Cretto di Burri, situato tra le rovine di Gibellina vecchia (Trapani), abbiamo ideato e realizzato per le Orestiadi un itinerario drammaturgico, illuminato dalla spettacolare installazione dell’artista Giancarlo Neri. Titolo della rappresentazione VINCERE SI DEVE LA SORTE, tratto dal libro V dell’Eneide di Virgilio, per la regia di Piero Maccarinelli. In scena, oltre gli attori Manuela Mandracchia, Umberto Orsini, Massimo Popolizio, Valentina Sperlì, le musiche composte da Giorgio Battistelli ed eseguite dall’Ars Ludi Ensemble, diretto da Antonio Caggiano e della Piccola Banda Ikona, diretta da Stefano Saletti. E’ del 2011 DOLORES IBARRURI VERSA LACRIME AMARE, da Antonio Tabucchi, melologo interpretato da Stefania Sandrelli, musiche composte ed eseguite da Antonio Di Pofi. Artisti Riuniti ha portato due spettacoli al Festival dei Due Mondi di Spoleto 2012: IO E INDRO MONTANELLI a cura di Ernesto Galli della Loggia, con Sandro Lombardi e LA VERTIGINE DEL DRAGO, interpretato da Michele Riondino e Alessandra Mortelliti, che firmano rispettivamente regia e testo. La collaborazione con Riondino è proseguita nel corso dell’anno con SIAMO SOLO NOI, interpretato da Michele Riondino, Maria Sole Mansutti, regia Circo Bordeaux. Altro spettacolo importante è stato nel 2012 un JOHN GABRIEL BORKMAN generazionale, interpretato da Massimo Popolizio, con Lucrezia Lante della Rovere, Manuela Mandracchia e Mauro Avogadro, poi ripreso nel 2014 con una tournée che lo ha portato in molti teatri italiani. La collaborazione con il gruppo MITI PRETESE è continuata, proficua, per portare in scena LE TROIANE, uno spettacolo che nell’estate 2013 ha toccato gli anfiteatri più belli del circuito storico teatrale. Anche questa produzione sarà ripresa nella seconda metà della stagione 2013-2014. FARA’ GIORNO, scritto da Rosa A.Menduni e Roberto De Giorgi, interpretato dal grande Gianrico Tedeschi, insieme a Marianella Lazlo e Alberto Onofrietti, dopo Roma ha chiuso il 2013 a Milano, al Teatro Franco Parenti, con il “tutto esaurito”, riportando un vero successo di critica e pubblico. 

I LUNEDì DI ARTISTI RIUNITI
Dal 2006 ad oggi abbiamo prodotto più di 40 appuntamenti per la fortunata rassegna dei  nostri LUNEDÌ (serate a ingresso libero o a biglietto popolare), in collaborazione dapprima con ETI e poi con il Teatro Eliseo), proponendo in forma di lettura scenica o mise en espace nuovi testi, scegliendoli tra il numero sempre crescente di progetti che gli autori ci inviano, chiamando ad interpretarli attori di cinema e teatro. Anche per I LUNEDI’ il filo rosso che caratterizza le nostre proposte è la contaminazione di diversi linguaggi ed esperienze, certi che il teatro è comunicazione di cultura ed emozioni e non può prescindere dalla letteratura, dal giornalismo, dal cinema, dalla musica, ovvero dai fermenti comunicativi di queste discipline. Il pubblico ha decretato il successo delle serate, che hanno registrato il “tutto esaurito”.