Stampa

Febbre romana

da Edith Wharton
lettura scenica a cura di Cristina Comencini
con
Paola Bacci, Annamaria Guarnirei

 

Due ricche signore americane che si incontrano per caso durante una vacanza a Roma, scoprono, rivangando vecchi ricordi, un sorprendente equivoco che ha cambiato e condizionato le loro vite. Scritto nel 1923, questo capolavoro della narrativa breve della Wharton fi ssa per sempre una conversazione tra due personaggi femminili che sembrano riassumere le tensioni e le frustrazioni di donna, moglie e scrittrice dell’autrice stessa e, per estensione, di tutte le donne impegnate nei primi decenni del Novecento.
In primo piano, uno dei temi più caratteristici dell’autrice: la diffi cile convivenza tra individualità e socialità, tra libertà e regole, esasperata quasi dalla straniante esperienza della vita in un paese nuovo, diverso. L’Italia, dunque, dove i personaggi, esseri spirituali ricchi di passione e fantasia, assetati di esperienze emotive e intellettuali, varcano anche per pochi istanti il sistema chiuso delle convenzioni. La lettura è affi data a due grandi attrici: Anna Maria Guarnieri e Paola Bacci.